ASPETTANDO IL NATALE

 

Tra pranzi e viaggi, trascorre un mese di novembre all’insegna del buongusto

È arrivato Novembre, mese non proprio amato da tutti perché di transizione. Ci prepara al Natale, ma ancora, complici le ultime giornate di sole, non vogliamo nessuno abbandonare l’idea che l’estate sia completamente alle nostre spalle. Le giornate si accorciano, l’edera è color rosso fuoco, le rose hanno la loro ultima splendida fioritura, in particolar modo le Pierre de Ronsard, le mie preferite! A novembre si raccolgono finalmente le olive e la campagna è in festa! Recentemente ho organizzato una colazione proprio per festeggiare l’“Harvest” come la chiamano gli americani! Lunghi tavoloni di legno disseminati tra i filari di ulivi, cappelli di paglia, dalie pon pon colorate in quantità dentro piccoli vasetti e un sole meraviglioso che filtrava tra i rami carichi di piccole “perle verdi” e preziose. Bisogna coccoare i propri ospiti, a me piace farli sentire speciali. Intanto presto molta attenzione a mixare i miei invitati. Cerco di inserire sempre qualcuno che venga da fuori, che abbia interessi e gusti fuori dagli schemi tradizionali, che possa affascinare e raccontare qualcosa di nuovo, come il mio amico londinese James Graham, artista e notissimo fotografo di moda artefice di installazioni d’arte incantevoli!

MENÙ D’AUTUNNO, ATTENZIONE AL GIORNO DELLA SETTIMANA E... 

Anche il menù gioca la sua parte, soprattutto se è domenica! Intanto, mai dare l’impressione di esserci uccise di lavoro! Una padrona di casa deve essere riposata e in perfetta forma per lunghe chiacchierate. Io generalmente dispongo tutto sul buffet, in questo caso un vecchio car- retto per la legna addobbato con cesti ed eriche colorate, così da accontentare sia chi ha voglia di mangiare solamente un’insalata sia chi invece non vede l’ora di assaggiare la polenta. E per finire in bellezza un tripudio di crostate di fichi e visciole e torte calde di pere e cioccolato e mele e cannella, con una salsa calda profumata alla vaniglia. Non mi stancherò mai di ripetere che è il dettaglio che fa la differenza: un piccolo fiore colorato tra i cucchiaini del caffè o una ciotolina in porcellana piena di mandorline dolci e croccanti da sgranocchiare insieme ad una tisana digestiva a fine pasto.

I MIEI SPOSTAMENTI FRA PIACERE E LAVORO

A novembre mi muoverò molto, piccoli viaggi, come quello a New York, che saranno l’anticamera di un ambizioso progetto sul quale sto, anzi stiamo, il mio team Queenbee ed io, lavorando da tanto ma che per scaramanzia ancora non sono pronta a raccontare! Andrò in Val d’orcia con un gruppo di amiche e tra i tanti giri che faremo, visiteremo la stupenda Villa La Foce, che racchiude uno dei più bei giardini italiani. Fortemente ari. Disegnato dall’architetto inglese Cecil Pin- set, il giardino, unico nel suo genere in Toscana, consta di una parte all’italiana e di una all’inglese ed è meta del turismo più raffinato d’oltreoceano. Non mancherò poi di andare qualche giorno a Venezia in occasione della biennale. Venezia per me è pura magia, location perfetta per le opere di 120 artisti di fama mondiale. Visiterò la Chiesa della Salute attraversando il ponte galleggiante appositamente montato sul Canal Grande per raggiungerla. Non mancherò la mostra a palazzo Franchetti Glasstress, né quella di Damien Hirst a Punta della Dogana, Treasures from The Wreck of The Unbelievable presso la stupenda struttura della fondazione Pinault. Non vedo l’ora di mangiare i tagliolini in crosta da Cipriani e comprare una valanga di slippers in velluto di tutti i colori. Le più belle? Quelle realizzate dalle deliziose sorelle Arrivabene, figlie di Bianca d’Aosta e Gilberto Arrivabene e ideatrici scanzonate dell’ormai noto marchio Vibi ai piedi delle più famose Trendsetter sparse in giro per il mondo! Dimenticavo di darvi un altro prezioso suggerimento! Dormirò alla locanda Cipriani, piccola oasi nella pace e nel verde dell’isola di Torcello e che ancora custodisce l’atmosfera di un tempo. Il mio sarà insomma un Novembre colorato e ricco di cose da raccontare! Stay Tuned!

Articolo scritto per Lusso Style - www.lussostyle.it

Maria Renata Leto